Successo di Crai al Congresso FIA
     

    Novità per gli audioprotesisti, dal progetto Crai Academy al sistema Otoscan® 3D



    E’ stato notevole l’interesse suscitato al XIX Congresso FIA di Rimini dal nuovo progetto Crai Academy. Una novità che ben esprime la filosofia Crai, fondata sulla centralità della crescita delle persone e dei partner che da oltre 35 anni lavorano e collaborano con l’azienda. L’iniziativa consiste in un percorso formativo che prevede tre incontri all’anno su temi cruciali per capire e affrontare le sfide emergenti del mercato, dall’innovazione tecnologica al marketing strategico e dallo sviluppo delle vendite alla digital transformation.

    Totalmente gratuito, Crai Academy si rivolge agli operatori del settore che desiderano riqualificare le loro conoscenze e competenze e misurarsi con l’evoluzione e il cambiamento sul piano professionale e personale. A partire da marzo 2019, Crai Academy sarà un sicuro punto di riferimento, un corso finalizzato a valorizzare l’imprenditorialità dell’audioprotesista aumentando le sue conoscenze e fornendogli un’idea di business più strutturata, da sviluppare nel tempo per ottenere importanti risultati in termini di professionalità, servizio e prodotto, ma anche di incremento del volume d’affari, fidelizzazione e soddisfazione della clientela.
     

    Custom Technology Design
    Il Congresso FIA è stato l’occasione per il brand Crai, non solo di raccontarsi, farsi conoscere per l’alta qualità, l’ampia gamma di prodotti e servizi ma anche per evidenziare il concept “Crai Earmotion” e rilanciare tutti i segmenti dell’ascolto, della comunicazione e della protezione dell’udito. Crai si conferma leader nel “Custom Technology Design” con performance d’eccellenza già riconosciute e premiate da un ampio mercato. Ne è esempio l’ultima gamma di  auricolari XE per gli appassionati di musica ad alta fedeltà, che assicurano una definizione di ascolto e purezza del suono, mai sentite prima! Così come il grande successo che stanno riscontrando Offshot©, gli auricolari per l’ascolto e la protezione, per gli amanti della caccia e del tiro sportivo, creati per chi cerca la fedeltà dei suoni con la garanzia di una protezione ottimale dell’udito.

    Onelaser e Otoscan
    Sempre a Rimini, riflettori puntati anche sull’innovativa collaborazione con Otometrics che autorizza Crai ad essere il primo produttore in Italia abilitato alla lavorazione del file dell’impronta ottenuta con Otoscan® 3D nonché partner di
    distribuzione di questa evoluta tecnologia. “Si tratta di un vero e proprio salto nel futuro – puntualizza Sandra Suman, general manager Crai - che chiude l’epoca dell’impronta per aprire l’era della scannerizzazione tridimensionale del condotto uditivo con evidenti vantaggi di semplificazione e comfort per il cliente e di precisione nella raccolta dei dati necessari alla realizzazione delle chiocciole e degli apparecchi acustici. Inoltre la digitalizzazione del sistema consente di ridurre tempi e costi del processo e di creare cartelle pazienti facilmente archiviabili, recuperabili e fruibili”. Ci sono novità anche sul fronte della realizzazione delle protesi? “No, Otoscan® 3D si integra perfettamente con la nostra Onelaser Technology che, già da oltre sei anni, soddisfa pienamente le esigenze di massima personalizzazione creando soluzioni su misura di altissima qualità”.